Fondo Pensione

Tutti i vantaggi del fondo pensione previdenza

Allianz Previdenza è un fondo pensione aperto a capitalizzazione individuale e a regime di contribuzione definita sottoscrivibile presso Di Bonito Assicura per chiunque desideri ampliare in maniera sicura la propria copertura previdenziale. Ma procediamo con ordine.

 

Cos’è un fondo pensione?

Il fondo pensione è uno strumento tecnico che consente al lavoratore di ottenere una pensione complementare, da affiancare a quella offerta dal sistema obbligatorio.

Si tratta di uno strumento tutelato, sottoposto a vigilanza da parte del Covip (Commissione di vigilanza sui fondi pensione) e quindi assolutamente sicuro che comporta anche alcuni vantaggi fiscali.

Come si alimenta un fondo pensione?

Esistono due possibilità per creare un fondo pensione.

1) Tramite il proprio datore di lavoro, con una contribuzione suddivisa in tre voci:

Tfr – trattamento di fine rapporto;

contributo volontario a carico del dipendente;

contributo a carico dell’azienda, se previsto.

2) In maniera autonoma, senza datore di lavoro, attraverso la creazione del fondo costituito da versamenti personali, di importo e frequenza liberi.

 

Il fondo pensione Allianz Previdenza

Il grande vantaggio del Fondo Allianz Previdenza è la sua estrema flessibilità e possibilità di personalizzazione. Studiato e progettato per venire incontro alle necessità più diverse, Allianz Previdenza offre:

  • Ben sei diverse linee di investimento (flessibile, obbligazionaria a breve termine, obbligazionaria a lungo termine, bilanciata, azionaria e multiasset) differenziate per stile di gestione (flessibile e benchmark), grado di rischio e possibilità di rendimento.

In questo modo, chi decide di aderire può ripartire i propri versamenti in maniera libera e con una percentuale a propria scelta, in base alla sua propensione al rischio e all’orizzonte temporale mancante al pensionamento.

Ricordiamo inoltre che la Linea Flessibile è garantita e, nei casi previsti dal Regolamento del Fondo, prevede la restituzione di un importo non inferiore alla somma dei contributi netti versati.

  •  Tre differenti percorsi Life Cycle (Prudente, Equilibrato, Vivace), opzionabili liberamente dall’aderente.

I tre percorsi si differenziano per livello di rischiosità del portafoglio e in funzione del periodo di permanenza residuo (ovvero degli anni mancanti al pensionamento).

Con il supporto dei nostri consulenti, ogni iscritto può scegliere il percorso che ritiene più idoneo, stabilendo la propria allocazione iniziale in base ai livelli minimi e massimi di investimento per ciascun comparto.

Tale allocazione iniziale è modificata attraverso una serie di switch (almeno) trimestrali; tali switch non sono predeterminati, ma stabiliti sulla base della propensione al rischio del cliente e dell’orizzonte temporale dell’investimento.

Gli obiettivi dei percorsi Life Cycle sono chiari e semplici: in primo luogo, ottenere un livello di rischiosità dell’investimento che sia coerente con il tempo mancante al pensionamento; in secondo luogo ridurre il livello di rischiosità via via che ci si avvicina al pensionamento.

Le opzioni Life Cycle hanno inoltre durata annuale; è pertanto possibile disattivarle liberamente, se lo si desidera, decorso un anno dalla loro attivazione.

  • Tre forme di coperture assicurative accessorie a tutela del cliente e dei suoi familiari che consentono di fronteggiare sul piano economico i seguenti eventi imprevisti: decesso, decesso/invalidità permanente, decesso/non autosufficienza.

Queste coperture hanno un costo pari a 50 €, 100 € o 150 € annui a scelta del cliente. Tale costo rientra nel plafond di deducibilità fiscale di 5.164,57 € annui.

  • Cinque diverse tipologie di rendita vitalizia che l’aderente può scegliere una volta raggiunta l’età del pensionamento:

–  corrisposta finché l’aderente è in vita;

–  con cash-back, che viene erogata finché l’aderente è in vita; al momento del decesso, il capitale residuo non goduto sarà corrisposto ai beneficiari precedentemente designati;

–  con raddoppio, che in cui la rata raddoppia in caso di non autosufficienza;

reversibile, che corrisposta finché l’aderente è in vita e, successivamente, in misura totale o parziale alla persona da lui designata;

– certa e successivamente vitalizia corrisposta all’iscritto e, in caso di decesso, alla persona precedentemente designata per un numero prefissato di 5 o 10 anni e, successivamente, all’iscritto finché in vita.

Tutte le diverse tipologie di rendita vitalizia si rivalutano annualmente.

In alternativa alla conversione totale in rendita, se lo si desidera, si può percepire in forma di capitale fino al 50% di quanto accumulato o, nel caso in cui ricorrano determinati requisiti, l’intera prestazione in forma di capitale.

Sulla base della normativa vigente in materia di previdenza complementare, l’aderente può richiedere delle anticipazioni per spese sanitarie e per l’acquisto e la ristrutturazione della prima casa fino al 75% di quanto accumulato. È inoltre possibile ottenere fino al 30% del capitale maturato per qualsiasi esigenza.

In ogni caso, tali anticipazioni sono richiedibili solo una volta decorsi almeno otto anni dall’iscrizione alla forma previdenziale, ad eccezione dell’anticipazione per spese sanitarie.

Esclusivamente per le adesioni in forma collettiva, l’aderente che abbia perso i requisiti di partecipazione al Fondo può:

richiedere il riscatto del 100% della propria posizione;

decidere di riscattarla parzialmente, con una percentuale a propria scelta compresa tra l’1% ed il 99%.

Questo permette all’iscritto di monetizzare quanto gli è necessario, senza nel contempo perdere l’anzianità maturata.

 

I vantaggi fiscali di Allianz Previdenza

Oltre alla vasta gamma di personalizzazioni disponibili, il Fondo Allianz Previdenza contempla anche una ulteriore serie di vantaggi sul piano fiscale.

– I contributi versati in forme pensionistiche previdenziali sono deducibili dal reddito imponibile fino a 5.164,57 € annui.

– L’eventuale costo sostenuto dall’aderente per le coperture assicurative accessorie (decesso, decesso/invalidità permanente, decesso/non autosufficienza) rientra nel plafond di deducibilità fiscale di 5.164,57 € annui.

– I rendimenti finanziari nella fase di accumulo sono tassati con un’aliquota massima del 20% (rispetto all’aliquota del 26% prevista per la generalità degli altri strumenti finanziari).

– Sulle prestazioni in forma di capitale o di rendita è applicata una tassazione agevolata che va da un minimo del 9% ad un massimo del 15%.

È possibile iscrivere al Fondo i familiari fiscalmente a carico dell’iscritto, versando quando e quanto si vuole sul Fondo senza alcun vincolo con agevolazioni fiscali sui versamenti e maturazione di anzianità per la richiesta di anticipazioni e per la riduzione dell’aliquota di tassazione delle prestazioni previdenziali.

Per avvicinarti all’età della pensione con serenità, implementala in maniera facile e sicura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.